Notizia

Training sulle soft skills:

2 luglio 2019 – dalle 14.30 alle 18.30

Just Legal Services – Scuola di Formazione Legale
Via Laghetto, 3 – 20122 Milano

La carriera legale è una competizione continua, una sfida che esige passione, determinazione ed entusiasmo, che impone di distinguersi tra molti, di credere in sé stessi e nelle proprie capacità per
conseguire la fiducia di clienti, colleghi e collaboratori.
Nel percorso di carriera di ogni Avvocato, l’Esame di Abilitazione alla Professione Forense è un
momento chiave, perché sancisce il passaggio dal ruolo di apprendista a quello di protagonista del proprio sviluppo professionale.
Just Legal Services ha lanciato nel 2019 il progetto Just Leaders’ Skills per offrire ai professionisti
del settore legale l’opportunità di andare oltre l’imprescindibile formazione giuridica e consolidare
le cosiddette soft skills, vale a dire quelle competenze di comunicazione, relazione, negoziazione,
gestione di sé, delle proprie risorse e del contesto, necessarie in un mondo professionale in continuo
cambiamento.

Nell’ambito di questo progetto, Just Legal Services propone ai Futuri Avvocati una Giornata di Training
dedicata ad affrontare questo particolare momento della carriera legale con metodo e visione,
per viverlo anche come un’occasione di sviluppo personale e professionale.
Obiettivo della Giornata, che coinvolge Coach professionisti che sono anche Avvocati, è supportare
i partecipanti nel definire un personale Piano di Azione per allenare e rinforzare tutte le competenze
necessarie a sostenere il periodo di preparazione all’esame e la Prova Scritta mantenendo alta la
motivazione, nella consapevolezza di aver dato il massimo.

Per coloro che si iscriveranno al Corso Intensivo per la Preparazione dell’Esame di Avvocato
entro il 14 giugno la partecipazione alla Giornata di Training è gratuita.

 Like

ESAME AVVOCATO 2018
PARERE DIRITTO CIVILE – 11 DICEMBRE

Traccia 1
Tizio, residente nel comune di Alfa, è proprietario di un immobile denominato
Villa Adelaide, sito nella nota località balneare del comune di Beta.
L’abitazione è però stabilmente occupata da Caio, il quale ne ha preso
possesso a partire dal gennaio del 1980, allorché Tizio ha smesso di recarsi
nell’immobile in occasione delle vacanze. In data 6 ottobre 2009, Tizio aliena
Villa Adelaide all’amico di vecchia data Sempronio – che conosceva
l’immobile per esservisi spesso recato durante le vacanze estive fino all’anno
1979 – e ne riceve il pagamento del corrispettivo di euro 120.000. Sempronio,
dopo aver proceduto alla trascrizione dell’atto di vendita in data 20.10.2009,
si reca nel Comune di Beta per prendere possesso dell’immobile ma vi trova
Caio, che gli nega l’accesso. Successivamente il Tribunale di Beta, con
sentenza passata in giudicato in data 4 luglio 2011, dichiara Caio proprietario
di Villa Adelaide per usucapione, in virtù del possesso protrattosi per venti
anni alla data del 20 gennaio 2000. la causa era stata introdotta da Caio
contro Tizio (rimasto contumace) con atto di citazione notificato in data
10.3.2009. Tizio dunque, preoccupato per le rivendicazioni di Sempronio in
relazione alla compravendita dell’immobile, si reca dal proprio awocato per
un consulto. Il candidato, assunte le vesti del legale di Tizio, rediga motivato
parere esaminando tutte le questioni sottese al caso.